Diritti e doveri

Mi sembra di scorgere un sentimento comune in merito alla necessità di essere considerate persone, o al massimo ‘opinioniste‘, ma non semplicemente dei target.

E’ chiaro a tutti che le donne reggono l’economia della famiglia, decidono le spese, influenzano in qualche modo gli acquisti del nucleo familiare (mai sulle scarpe tacco 12 però… su quello i mariti si convincono poco), ma è anche evidente che parliamo di persone difficilmente influenzabili, come dice Paoletta:

aggiungo che chi vi legge ha capacità di discernimento e si suppone sia in grado di capire cosa sia mera pubblicità e dove sia l’informazione, e che nel caso trovi scorretto, ingiustificato o non etica la vostra esposizione dei prodotti pubblicitari, semplicemente chiuda la pagina del blog e non ci ritorni.

Desideriamo dunque il diritto di fare il blog in modo libero e privo di condizionamenti, dando spazio alla pubblicità in modo trasparente e dichiarato. Come dice Confusamenteattonita:

Per lavoro mi occupo di pubblicità su giornali free-press e credo che la buona informazione debba essere libera e gratuita. Per fare buona informazione però servono i fondi necessari… e la pubblicità può sostenere questi costi. Ovvero informazione libera (cioè io scrivo liberamente senza condizionamenti) e gratuita per chi legge, ma con il sostegno di uno sponsor che mi permette questa libertà.

Quali altri Diritti vi vengono in mente?

Oggi Silvia MammaImperfetta mi ha ricordato un diritto che a me piacerebbe introdurre: il diritto a non ricevere email non richieste su prodotti o redazionali (altrimenti dette spam), o per lo meno il diritto a disciplinarle in qualche modo.

Ma, come dicevo nei commenti, secondo il mio parere abbiamo anche dei Doveri, e io ne elenco qualcuno che ritengo importante per me: pagare le tasse, non fare pubblicità occulta, non violare le norme sul copyright…
Mentre Wonderland ieri su FB segnalava anche un articolo interessante sulla Diffamazione in Rete, che potrebbe essere utile da tenere a mente: Il Piccolo.

E voi cosa suggerite? Facciamo un elenco di diritti e doveri su cui lavorare insieme? Secondo voi può essere utile per iniziare a stilare una prima bozza di documento?