Rapporto tra TV, giornali e blog 

Cos’è un blog? Me lo chiedo spesso quando penso al rapporto tra TV, giornali e blog. Nel campo dell’editoria, quella vera, spesso il blog è come la wikipedia: si arraffano contenuti di qua e di là a piene mani, pensando che, visto che un blog è pubblico, sia pubblico anche quello che vi viene pubblicato.

Esemplare il caso citato da Marta nei commenti: persino i giornalisti di Repubblica in qualche modo ‘difendono’ l’appropriazione di foto e contenuti dai blog, senza richiederne il permesso scritto:

Intendiamoci. Io non sono fra gli estremisti della cultura open, del tutto-gratis, dell’hackeraggio come ideologia “rivoluzionaria” del Web e come sfida al capitalismo. Anzi vedo grandi rischi per la democrazia della cultura da un approccio di questo tipo, ma l’argomento è enorme e non lo affronto qui. Però non sono così cieco da non capire che Internet è il giardino delle tentazioni. Il gesto dell’appropriazione di un contenuto qualsiasi, sul Web, è leggero come l’aria, rapido come un clic di ciglia e moralmente leggerissimo.

Di copyright parleremo meglio e approfonditamente.
Quello che oggi mi domando è invece: non sarebbe meglio che i blog fossero considerati vere e proprie Fonti, quindi da citare o da avvisare preventivamente?

Spesso succede che nelle riviste vengano citati i nostri blog, o anche in TV, in trasmissioni apposite. Fa indubbiamente piacere, no?
Ma perchè a nessuno viene in mente di avvisarci quando i nostri contenuti o il nostro nome vengono utilizzati al di fuori del web?

La domanda: è possibile un rapporto trasparente tra blog ed editoria? Ricordiamoci che i blogger NON sono editori e NON svolgono servizio editoriale (parleremo anche di questo spinoso argomento…). Ma questo significa che il blogger non esiste, solo perchè non esiste una regolamentazione o un albo o una categoria?

Non sarebbe meglio che i giornali, le radio e le TV, prima di citare il nostro lavoro, ci inviassero un’email per avvertirci? Come si può, eventualmente, riuscire a coinvolgerli in questo dibattito?